Contatti


CONSIGLIO DI BACINO PRIULA
Via Donatori del Sangue, 1
31020 Fontane di Villorba

tel: 0422 916611
fax: 0422 911829
e-mail: consigliodibacino@priula.it
PEC: protocollo@cert.priula.it



Richiedi Informazioni



* Campi obbligatori

INFORMATIVA SUL TRATTAMENTO DATI PERSONALI, AI SENSI DELL’ ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679, “REGOLAMENTO GENERALE SULLA PROTEZIONE DEI DATI”

Secondo quanto richiesto dal Regolamento Europeo 2016/679, i dati personali verranno raccolti e trattati da Consiglio di Bacino Priula quale Titolare del Trattamento. I dati saranno trattati in modo lecito, corretto, trasparente ed in maniera da garantirne un'adeguata sicurezza, integrità e riservatezza. Ai sensi dell’Art. 13 del citato Regolamento, le vengono perciò fornite le seguenti informazioni.

1) Titolare e Responsabile del trattamento: Titolare del trattamento è il Consiglio di Bacino Priula (sede legale ed operativa a Fontane di Villorba (TV), Via Donatori del Sangue, n. 1, cap. 31020, c.f./p.iva 04747540260, e-mail: consigliodibacino@priula.it, pec: protocollo@cert.priula.it; Responsabile Protezione Dati, e-mail di contatto: rpd@priula.it, pec: rpd@cert.priula.it ).

2) Trattamento dei dati personali: relativamente alla richiesta di contatto, i Suoi dati personali verranno trattati con modalità idonee a garantirne la sicurezza e la riservatezza e nel pieno rispetto delle disposizioni di cui al Reg. UE 679/2016, con il supporto, oltre che di materiali cartacei, anche di materiali informatici o telematici nonché attraverso strumenti automatizzati atti a memorizzare, gestire o trasmettere i dati stessi.

3) Finalità e basi giuridiche del trattamento: i dati personali di cui alla presente informativa saranno oggetto di trattamento per la gestione delle richieste di contatto per informazioni effettuate tramite il sito web istituzionale. La principale base giuridica legittimante il trattamento è il consenso al trattamento dei propri dati personali per una o più specifiche finalità (lettera a, art. 6 Reg. UE 679/2016). Inoltre, il trattamento è relativo all’esecuzione del compito di interesse pubblico di raccolta rifiuti (lettera e, art. 6 Reg. UE 679/2016), nonché all’esecuzione del servizio di raccolta rifiuti richiesto dall’Utente (lettera b, art. 6 Reg. UE 679/2016).

4) Soggetti autorizzati al trattamento (Incaricati): dei dati personali potranno avere conoscenza tutti i soggetti specificamente individuati quali “Incaricati del trattamento” dal Titolare o dal Responsabile del Trattamento ove nominato da parte del Titolare. Gli Incaricati, individuati secondo l’ambito ed il profilo a ciascuno assegnato, agiranno solo su autorizzazione del Titolare o del Responsabile del trattamento, conformemente a quanto disposto dall’art 29 Reg. UE 679/2016 e tratteranno i dati soltanto previa istruzione, agendo sotto la diretta autorità del Titolare o del Responsabile del Trattamento.

5) Soggetti cui i dati vengono comunicati (Destinatari): per lo svolgimento di talune attività relative al trattamento dei dati personali gli stessi potranno essere comunicati a soggetti che svolgono attività connesse, utili o necessarie all’erogazione del servizio richiesto quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo:
• soggetti che forniscono specifici servizi elaborativi o di consulenza per l’amministrazione e gestione aziendale, legale o fiscale/tributaria;
• soggetti che forniscono servizi elaborativi o di manutenzione dei sistemi informativi;
• società fornitrice del sistema di sicurezza informatica;
• soggetti ai quali la facoltà di accedere ai dati personali sia riconosciuta da disposizioni di legge o da normativa secondaria;
• società effettuanti indagini sulla qualità dei servizi erogati;
• altri enti, pubblici o privati, per l’adempimento di obblighi previsti dalla legge.

6) Trasferimenti di dati: qualora il Titolare o il Responsabile del Trattamento ritengano necessario trasferire i dati personali oggetto del trattamento al di fuori dell’UE (per “trasferimento al di fuori del territorio dell’Unione Europea” intendendosi anche l’utilizzo di servizi, a titolo esemplificativo, hosting, cloud e storage, basati sul salvataggio di dati presso sistemi ubicati in Paesi extra UE) essi si impegnano ad adottare garanzie atte a rendere il trasferimento sicuro e a far sì che il trattamento rispetti i requisiti del Regolamento nonostante sia svolto extra UE (decisioni di adeguatezza, clausole contrattuali, consenso...).

7) Periodo di conservazione dei dati: i dati personali saranno conservati per il tempo necessario alla gestione della richiesta di contatto, nonché ai sensi della normativa cogente.

8) Obbligatorietà del conferimento dei dati personali: il conferimento dei dati personali, per quanto facoltativo, costituisce requisito necessario per l’erogazione del servizio richiesto; l'eventuale rifiuto a fornire i Suoi dati personali determinerebbe, pertanto, l'impossibilità di elaborare la richiesta di contatto.

9) Diritti dell’interessato: si ricorda che è sempre possibile esercitare i diritti di cui agli artt. 15 e seguenti del Regolamento UE 679/2016 (accesso ai dati personali, rettifica o cancellazione degli stessi, limitazione del trattamento, opposizione al trattamento, portabilità dei dati) nonché proporre reclamo all’Autorità di controllo competente (ai sensi dell’art. 77 Reg UE 679/2016) o ricorso giurisdizionale (ai sensi dell’art. 79 Reg UE 679/2016) qualora l’Interessato ritenga che i diritti di cui gode siano stati violati a seguito di un trattamento. Per esercitare i propri diritti e/o per qualunque informazione o richiesta si prega di contattare, preferibilmente, il Responsabile per la Protezione dei Dati di Consiglio di Bacino Priula ai seguenti riferimenti:
• indirizzo postale: Via Donatori del Sangue, n. 1, cap. 31020, Fontane di Villorba (TV)
• indirizzo mail: rpd@priula.it
• indirizzo pec: rpd@cert.priula.it


10) Consenso: si ricorda, inoltre, che il consenso qui prestato potrà, in qualsiasi momento, essere revocato senza che con ciò venga pregiudicata la liceità dei trattamenti basati sul consenso effettuati prima della revoca. Si fa presente che la revoca del consenso potrà causare l’impossibilità di dare una risposta alla richiesta di contatto effettuata